Ultimo aggiornamento 19.07.2024 - 17:09

XII Conferenza IFEL: La finanza locale e le sue prospettive alla ricerca di regole certe ed eque. Il confronto tra sindaci

  • 25 Gen, 2024
Pubblicato in: Ifel Informa
Letto: 405 volte

Dopo le relazioni tecniche sulle nuove regole del patto di stabilità europeo la riflessione dei primi cittadini e assessori di Torino, Rieti, Genova, Caltanisetta e Anci Lombardia

“Stiamo discutendo in questi giorni di autonomia e ciò rende ancora più necessario avere regole certe. Abbiamo bisogno come comparto di questo quadro di regole certe e stabili, non figlie di cambi di paradigmi e scelte partitiche che creano solo incertezze a cominciare dalla predisposizione dei bilanci”. Così Stefano Lo Russo, Sindaco Comune di Torino nel dibattito moderato da Gianni Trovati del Il Sole 24 Ore dedicato alle nuove regole legate al patto di stabilità europeo e che avranno ricadute sui bilanci dei comuni. “Sul tema delle autonomie  - ha precisato - sono un laico e lo dico con franchezza. Ci si metta però d’accordo sul riparto delle risorse in modo da non svantaggiare nessuno. Ad esempio il tpl è mediato dalle regioni ma l’ultima catena è il sindaco. Si introduca all’elenco della filiera delle autonomie quella dei comuni facendo ordine sui criteri decisionali dei vari livelli di governo. Noi siamo disponibili a ragionare con tutti oltre alla bandiere politiche o dei partiti”.

“Abbiamo bisogno di reggere in termini di capacità di spesa per la parte corrente dei bilanci ma è ormai necessario mettere mano ad una vera e propria fase costituente coesa per costruire stabilità pluriennale ed essere all’altezza del sfide dei prossimi anni”. Questo invece il commento di Mauro Guerra, Presidente ANCI Lombardia e Presidente Commissione Finanza Locale ANCI che è esordito dicendo che “il tema è la sostenibilità dei bilanci dei Comuni a cominciare dalla tenuta della spesa sociale con i comuni che fanno sempre più fatica ad affrontare viste le nuove fragilità. Se ragioniamo sul nuovo patto europeo dobbiamo ragionare sul contributo che i comuni hanno dato nell’ultimo decennio e continuano ancora a dare frutto dei i vincoli che si sono creati”.

Daniele Sinibaldi, Sindaco Comune di Rieti, dopo aver commentato che è necessario regolamentare meglio e in modo più efficace l’Fcde ha raccontato l’esperienza del piano di riequilibrio del comune nonostante il territorio sia stato colpito dal sisma e poi dal Covid. “Per quanto riguarda la capacità di riscossione – ha dichiarato - degli enti locali molti ci chiedono più coraggio nella gestione ma non credo sia questa la chiave se non si interviene invece sull’intero sistema spesso inefficiente”.

Anche Pietro Piciocchi, Vice Sindaco e Assessore al Bilancio Comune di Genova e Ivan Giuseppe Rando, Assessore Finanze Comune di Caltanissetta, hanno raccontato la gestione economico-finanziaria degli enti che amministrano. Per Rando “i Sindaci sono coraggiosi nell’affrontare le problematiche quotidiane dei comuni, ad iniziare dall’utilizzo della leva fiscale che incide direttamente nella vita dei cittadini. Le scelte fatte a monte dal Governo ricadono infatti a cascata sui territori”.  Piciocchi invece ha descritto gli interventi che l’amministrazione sta mettendo in campo in città. “In tema di perequazione, il sistema è evoluto a mio parere ma sconta però il fatto che non sono chiari i costi delle funzioni e non c’è un’analisi seria dell’impatto che hanno sui bilanci”, ha dichiarato.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE DELLA CONFERENZA 

Progetti

Podcast - Gazzetta IFEL


Webinar
e-Learning

In presenza

Seminari