Ultimo aggiornamento 29.05.2024 - 17:24

#MissioneItalia2023, Canelli: Avviamo una riflessione seria sul sistema di perequazione

  • 05 Lug, 2023
Pubblicato in: Ifel Informa
Letto: 748 volte

ll Presidente intervistato nel corso della prima gionata di Missione Italia 2023, parla di edilizia residenziale pubblica e futuro delle opere realizzate con i fondi del PNRR

“Il PNRR è impostato bene, avrà effetti reali sui territori. L’impatto che avranno le misure assegnate ai Comuni se ben spese e se i progetti sono stati fatti con criterio, saranno rilevanti. Se devo trovare un qualcosa sui cui si poteva fare un po’, penso all’edilizia residenziale pubblica”. Così Alessandro Canelli, delegato alla finanza locale Anci, alla domanda posta dal giornalista se i contenuti e le missioni del PNRR rispondano alle esigenze attuali dei comuni al di là dei fondi. “Riqualificare gli edifici pubblici non è solo un lavoro edilizio ma anche un attivatore di PIL, creazione di posti di lavoro, ripresa economica per le imprese, minor costo energetico, più efficientamento energetico, bollette meno care per i cittadini. Genera bene economico per la popolazione e contemporaneamente riqualificazione urbana”. Il Sindaco di Novara e Presidente IFEL, alla domanda posta nell’intervista sulla sostenibilità e sulla gestione nel tempo del PNRR, ha risposto invece che “negli anni c’è stato chiesto di dare un grande contributo per il risanamento della finanza pubblica ma nel frattempo il quadro generale è cambiato. Oggi il costo dell’energia, nonostante sia leggermente calato, non è tornato ai livelli pre-Covid. Inoltre, abbiamo incontrato i collettivi nazionali del lavoro, i comuni hanno maggiori costi per il personale e vi è tensione più in generale sui costi dei servi erogati ai cittadini”.

“In prospettiva - ha chiuso Canelli - ci preoccupa la tenuta e gestione, la sostenibilità nel tempo delle opere realizzate con le risorse del Pnrr perché queste opere avranno una ripercussione sulla parte corrente e gestionale del futuro delle amministrazioni. In prospettiva crescerà la spesa corrente. Bisogna ripensare le regole di finanza pubblica del paese, senza penalizzare nessuno, ma bisogna individuare e rivedere il sistema della perequazione perché deve essere insieme sia orizzonte che verticale. I comuni sono il primo fronte aperto e vicino ai cittadini. Avviamo una riflessione concreta, preveniamo più che curare”.

Progetti

Podcast - Gazzetta IFEL


Webinar
e-Learning

In presenza

Seminari